Secondo le previsioni il 2017 sarà l’anno della svolta per l’industria alimentare italiana

Dopo un 2016 con produzione ed export in crescita ma con consumi piatti, il 2017 promette un miglioramento generalizzato degli indici. Quest’anno il fatturato dell’industria alimentare dovrebbe aumentare dell’1,5% arrivando a 134 miliardi, l’export del 5% arrivando a 31,5 miliardi e i consumi dello 0,3% che raggiungerà 231 miliardi.
I settori trainanti del 2016 sono quelli della lavorazione del tè e del caffè, le paste alimentari e l’alimentazione animale; nell’export invece hanno brillato lo zucchero, il molitorio e il caffè.
Il vino rimane il comparto più importante, con oltre 6 miliardi, seguito a molta distanza dal lattiero caseario con 2,7miliardi.
Continua la polemica sulle conseguenze della proposta di etichettatura a semaforo presentata da sei famose multinazionali a Bruxelles, metodo che andrebbe a identificare un cibo con più o meno sano attraverso un sistema di bollini colorati (dal rosso al verde come i semafori appunto). Con questo approccio alcuni prodotti d’eccellenza come Il Parmigiano reggiano o la il Prosciutto crudo di Parma avrebbero un bollino rosso.

Visita il sito www.fasint.it per conoscere tutti i prodotti e i servizi offerti da FASINTERNATIONAL per garantire ed implementare l’efficienza operativa dei processi dell’industria alimentare e farmaceutica. Per maggiori informazioni: info@fasint.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.