Il caffè è la seconda bevanda più consumata al mondo dopo l’acqua.  Per garantire la qualità ed il controllo dei costi nella produzione del caffè, occorre conoscere il grado esatto di  umidità durante i singoli passaggi in produzione. I chicchi di caffè vengono infatti commerciati in base al peso e la quantità d‘acqua contenuta in questo prodotto è determinante per poterne definire il prezzo: è stato calcolato che  un grado di umidità pari allo 0,5% può portare ad una notevole crescita del prezzo finale. In molto paesi le leggi per i diritti dei consumatori hanno posto la soglia del contenuto di umidità nel prodotto ad un massimo del 5%. Il controllo del caffè come materia prima va effettuato anche durante le fasi di immagazzinamento e di trasporto: non dovrebbe superare un contenuto di umidità pari al 13%, per evitare il pericolo di fermentazione.

La conoscenza dell‘esatto contenuto d‘acqua nel caffè, FASLAB dispone di un’ampia gamma di misuratori. Scoprili sul sito www.faslab.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.