pastorizzazione

La pastorizzazione è un processo termico regolamentato che permette di sterilizzare cibi e bevande come latte, succo di frutta, condimenti e yogurt, assicurandosi che mantengano il loro sapore e che siano conservabili per un certo tempo sugli scaffali.  Questa tecnica è atta a distruggere tutte le forme patogene e la maggior parte di quelle vegetative, dei microrganismi presenti nell’alimento e a disattivarne gli enzimi.

Questa tecnica di conservazione sfrutta la combinazione tempo – temperatura. In base alle caratteristiche del prodotto e al livello di contaminazione iniziale, si sceglie il tipo di pastorizzazione più adatta.
Nell’industria alimentare e lattiero-casearia si utilizzano due tipologie di pastorizzazione:

– Pastorizzazione UHT (Ultra-High Temperature), dove il prodotto (in genere alimenti liquidi come latte, polpa di pomodori e succhi di frutta) viene sottoposto a temperature di 130-150 ° C per 0,5-1,0 secondi.

• HTST (High Temperature Short Time): dove il prodotto viene sottoposto a una temperatura di 72 ° C per circa 15 secondi.

I processi di pastorizzazione devono essere validati secondo le normative vigenti al fine di renderli sicuri, efficaci ed ottimizzati. Per effettuare la validazione di un processo di pastorizzazione UHT o HTST bisogna fare diverse considerazioni: una delle maggiori sfide  è il corretto posizionamento di dispositivi di misurazione. Scopri di più!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.